Puerto Rico: la guida introduttiva

Il board di Puerto Rico con il contenuto della scatola
Il board di Puerto Rico con il contenuto della scatola

Ideato poco meno di dieci anni fa da quel geniaccio di Andreas Seyfarth, Puerto Rico è uno dei giochi di maggior successo al mondo, tra i primi giochi in tutte le classifiche dei giocatori e oramai un vero e proprio “cult” tra gli appassionati.

Come in molti giochi di stampo “tedesco” è pochissima l’influenza della fortuna ed è la strategia e l’accurata selezione delle scelte di gioco quella che ci permetterà di concludere la partita in maniera vincente.

La rotazione degli uffici, ovvero dei ruoli, ed il grande   bilanciamento fanno di questo gioco uno dei più graditi dai giocatori esperti. Da non sottovalutare è anche la cura della bella confezione e l’essenziale semplicità del materiale di gioco: pedine, carte, tabelleoni.

Come funziona? I giocatori sono proprietari di piantagioni nell’isola di Puerto Rico durante l’epoca coloniale, e il loro obiettivo è produrre beni e rispedirli in Spagna.

Si comincia con un edificio produttivo e una piccola quantita’ di denaro. Ogni turno, si sceglie a rotazione che sarà Sindaco, costruttore, capitano, colono, artigiano, mercante o esploratore e si svolgono le attivita’ legate a quel ruolo.

E’ importante scegliere il ruolo giusto al momento giusto, per avvantaggiarsi e ritardare lo sviluppo degli avversari. Nel corso del gioco i giocatori costruiscono edifici (che danno bonus a certe attivita’ o semplicemente punti), sviluppano le proprie piantagioni e spediscono le proprie merci in Spagna. Chi riuscira’ a sfruttare al meglio le proprie risorse (e le azioni dei propri avversari) sara’ infine il vincitore.

Per approfondire vi consigliamo la lettura in dettaglio dell’approfondimento fatto dai colleghi di Tana dei Goblin e la visione di questo ludicissimo video.